Evento in occasione dei 50 anni della commissione federale del consumo

Sharing Economy - Opportunità e rischi

In occasione del suo Cinquantenario, la Commissione federale del consumo (CFC) ha organizzato un simposio dedicato a un tema di grande attualità: l’economia collaborativa (o sharing economy). La missione della CFC, commissione tripartita e consultiva al servizio del Consiglio federale e dell’Amministrazione federale, consiste appunto nel ricercare innovazioni, sviluppi e cambiamenti nel mondo della politica, dell’economia e della società, ma anche studiare proposte o soluzioni e formulare eventuali raccomandazioni all’attenzione del mondo politico.

L’economia collaborativa (detta anche Participative Economy o Collaborative Economy) è ormai un fenomeno economico che sta crescendo a vista d’occhio, favorito dal World Wide Web e da un mercato praticamente sconfinato, dove beni e servizi vengono scambiati su piattaforme online tra i consumatori stessi (C2C, consumer-to-consumer) oppure tra aziende e consumatori (B2C, business-to-consumer); dove è possibile finanziare progetti tramite il crowdfunding, ossia una fonte pressoché inestinguibile di investitori e donatori potenziali. Tutto ciò non può che favorire i cosiddetti sviluppi «disruptive» nel mondo del lavoro e della finanza, con concetti nuovi come crowdsourcing, crowdlending, crowddonating o crowdinvesting. I vantaggi dell’economia collaborativa? Migliore utilizzo dei beni, maggiore efficienza, ammortamenti più rapidi e, di conseguenza, un’impronta ecologica più leggera. Questa svolta da un’economia fondata sulla proprietà a un’economia che punta sul consumo collettivo, che trasforma i singoli proprietari in offerenti, sta innescando un ripensamento dei modelli economici tradizionali. Accanto alle palesi opportunità che si presentano, però, questo ribaltamento comporta anche rischi. I nuovi modelli di business entrano in concorrenza con quelli preesistenti, e – l’esperienza lo dimostra – c’è sempre chi è pronto ad approfittarsene. Si pone così un interrogativo provocatorio: la legislazione attuale sarà sufficiente per affrontare i nuovi problemi che si pongono ad aziende e consumatori?

Il simposio è riuscito nell’intento di passare in rassegna gli ultimissimi sviluppi. Dopo il saluto inaugurale del vice presidente della CFC, prof. dott. Pascal Pichonnaz, e l’intervento introduttivo della presidente, sig.ra dott. Marlis Koller-Tumler (che ha fatto una breve carrellata storica sulle attività della CFC negli ultimi cinquant’anni), i presenti hanno potuto assistere alla presentazione del più recente studio sulla sharing economy, curato dalla società Deloitte. Dopodiché è stata data la parola ai rappresentanti di imprese dell’economia collaborativa (portali e piattaforme) e ai loro colleghi che invece sono attivi nei rami economici tradizionali. Non sono mancate le polemiche intorno alla tavola rotonda finale che, pur riunendo pochi relatori, ha regalato al pubblico un dibattito di alto livello. Il simposio si è concluso con la relazione della Segretaria di Stato M.-G. Ineichen-Fleisch, seguita da un simpatico rinfresco.

Impressioni

Ultima modifica 29.03.2016

Inizio pagina

https://www.konsum.admin.ch/content/bfk/it/home/themen/sekretariat-ekk/dokumentation/jubilaeumsveranstaltung-50-jahre-eidgenoessische-kommission-fuer.html